London trip 1st day Travel

Ciao! Inauguriamo con questo post una nuova sezione dedicata ai nostri viaggi. Non sarà una guida tradizionale, ma un altro modo per raccontarvi il lifestyle dei Twins, alle prese con l’organizzazione del prossimo luogo da visitare e la scoperta degli angoli più creativi e alla moda, con un occhio – anzi 2 – al risparmio. Si parte (è proprio il caso di dirlo) da una delle città più amate e visitate del mondo: Londra! La voglia di tornarci era tanta, e abbiamo colto al volo l’invito di un caro amico che abita in città. Anzi che dico in città… a Trafalgar Square, il cuore della capitale inglese! Pur non avendo spese d’alloggio, Londra resta una città molto cara, quindi ogni occasione di risparmio è benvenuta: prima di partire abbiamo prenotato on line i biglietti del treno che dall’aeroporto ci avrebbe portato in città, pagandoli così la metà rispetto al loro normale costo. E’ stato sufficiente andare sul sito stanstedexpress.com o gatwickexpress.com (a seconda di dove arrivate) e una volta effettuato il pagamento stampare la ricevuta: sono in italiano quindi non avrete nessuna difficoltà. Posati i bagagli, ci siamo subito diretti nella vicina Piccadilly Circus, per respirare la Londra più viva, inoltrandoci poi nell’elegante Regent Street ricca di negozi e vetrine scintillanti. Il ricordo che ci portiamo dietro dalla prima visita in città è proprio la cura del visual merchandising, con vere e proprie scenografie al servizio dello shopping. Per una sosta vi consigliamo il bar dell’hotel Cafè Royal. Ormai, tutti i grandi alberghi hanno locali in cui anche chi non soggiorna può accomodarsi: un po di lusso al prezzo di un dessert! Tornati in piazza abbiamo imboccato Piccadilly Street alla scoperta di due splendide librerie: Maison Assouline, specializzata in volumi dedicati al design e al fashion, e la più tradizionale Hatchard. Londra è la città dei grandi magazzini Harrods, ma a noi piace molto anche Fortnum&Mason. Certo, i suoi bouquet da 60 sterline non sono proprio a buon mercato, ma ci si può sempre accontentare di una confettura extra o di una bottiglia di London Dry Gin, le cui confezioni valgono da sole la visita. In un angolo dello shop potrete invece ammirare il tavolo privato in cui la regina Elisabetta è solita prendere il suo the. Se il vostro inglese vi consente di andare al cinema, l’indirizzo giusto è quello di Picture House Central, alle spalle di Piccadilly Circus: un vecchio edificio Edwardiano con un’enorme scala sormontata da luci, un bar per soli membri e un ristorante dal sapore industriale al primo piano. All’ora di cena non avrete che l’imbarazzo della scelta: qualunque siano i vostri gusti culinari Londra saprà esaudirvi. Per non allontanarci abbiamo scelto il Thai Square in Cockspur Street, specializzato in cucina tailandese. Atmosfera soffusa e porzioni generose: per due portate si spende intorno ai 25 pound.


 Hello! We open with this post a new section dedicated to our trips.
Not a traditional guide, but another way to tell you about Twins’ lifestyle, dealing with the organization of the next place to visit and the most creative and stylish sites to discover, with an eye – or rather two – on the price.
We start from one of the most popular and visited areas of the world: London!
The desire to return was so great, and we jumped at the invitation of a dear friend who lives in the in Trafalgar Square, the heart of the capital!
Despite not having accommodation costs, London is a very expensive town, so any chance of saving is welcome: before leaving we booked online train tickets that would take us from the airport to the city, so paying them half compared to their normal cost. It ‘was enough to go on the site stanstedexpress.com or gatwickexpress.com (depending on where you arrive) get the payment and print a receipt.
Left the luggage, we immediately went to nearby Piccadilly Circus, then in the elegant Regent Street with shops and sparkling windows. The memories that we carry with us from the first visit to the city is the care of visual merchandising. For a break we suggest the hotel bar Cafe Royal. By now, all the big hotels have rooms where even non-residents can sit: a bit of luxury for the price of a dessert! Back in the square, we move to Piccadilly Street to discover two magnificent libraries: Maison Assouline, specializing in books about design and fashion, and the more traditional Hatchards. London is the city of Harrods department store, but we also really like Fortnum & Mason. Maybe its bouquet of 60 pounds are not exactly cheap, but you can always settle for an extra jam or a bottle of London Dry Gin, whose packaging alone are worth the visit. In a corner of the shop you can enjoy the private table where Queen Elizabeth is usual to take her tea. If your English allows you to go to the cinema, the right place is “Picture House Central”, behind Piccadilly Circus, an old Edwardian building with an enormous stairs lights, a bar members-only and a restaurant by industrial flavor on the first floor. At dinner you have plenty of choice: whatever are your culinary tastes, London will satisfy you. We have chosen the” Thai Square”  in Cockspur Street, specializes in Thai cuisine. Dim atmosphere and generous portions: for two courses you spend around 25 pounds.

 

1

3

Regolate gli orologi prima di partire: -1 ora rispetto all’Italia! Un pane a forma di cuore come regalo di benvenuto dai miei amici!

4

Piccadilly Circus

5

Regent Street

6

Cafè Royal

7

Maison Assoulin

8

Hatchards

9

Fortnum&Mason

10

11

Picture House Central

12

13

Thai Square


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *